Image by Markus Gjengaar

SERVIZI

Accordatura
IMG_3397_edited.jpg

L’accordatura dei pianoforti, sia a coda che verticali, e soprattutto per concerti, richiede un orecchio finissimo, un’abile manualità, buona conoscenza delle basi costruttive dei corpi sonori e dei vari proporzionamenti delle cordiere, perspicacia nell’afferrare i desideri dei clienti e una ricca dose di esperienza. Questo intervento deve essere effettuato almeno una volta all’anno, se non vi sono esigenze particolari o si fa un uso frequentissimo dello strumento. E’ un intervento che viene effettuato a domicilio; se il pianoforte subisce un trasporto è, di norma, necessario accordarlo di nuovo anche se l’intervento era stato effettuato da poco. L’accordatura a orecchio, certo di un bravo accordatore, è di gran lunga preferibile all’accordatura effettuata esclusivamente attraverso apparecchi elettronici.

Intonazione
P1030354_edited.jpg

L’intonazione è l'intervento che necessita di una maggiore esperienza e sensibilità. Essa infatti “forma” il suono del pianoforte. Ogni nota viene “analizzata” e corretta in modo che in tutto lo strumento vi sia un suono omogeneo, ricco, e correttamente impostato secondo le singole esigenze. Anch’esso è un intervento di manutenzione, in quanto attraverso l’usura, i martelletti perdono la loro forma e compattezza originale, modificando completamente l’impostazione sonora dello strumento. L’intonazione “completa”, qui intesa nel caso di sostituzione della martelliera, consiste in vari e diversi interventi, non tutti praticabili sul posto. Anche nel caso di un “rinnovo” della martelliera originale, parte del lavoro verrà effettuato in laboratorio.

Riparazioni
Image by Ivan Kuznetsov

La riparazione del pianoforte comporta un lavoro molto complesso. Si tratta di ripristinare allo stato originale ogni elemento dello strumento, come martelli, componenti meccanici, tasti, corde, caviglie, tavola armonica ecc..

E' necessaria una notevole esperienza e professionalità perché il lavoro venga effettuato a regola d'arte.

La valutazione del lavoro dovrà tenere conto dello stato di usura e di manutenzione dello strumento, nonché il suo valore.